Skip to content

Categoria: In ricordo di Khaled al-Asaad (1932-2015)

In ricordo di Khaled al-Asaad / Atene

Col progredire delle conoscenze archeologiche e lo svilupparsi di tecnologie editoriali sempre più efficaci, il convincimento neoclassico, e di Johann Joachim Winckelmann in particolare, che la scultura e l’architettura greca fossero prive di colore, andò rapidamente sgretolandosi. Tra i primi studiosi ad abbracciare l’idea di una decorazione plastica greca, fortemente…

Lascia un Commento

In ricordo di Khaled al-Asaad / Ampurias

Le antichità greco-romane della città portuale di Ampurias, sulla costa catalana della Spagna, presentano mosaici pavimentali di pregevolissima fattura. Tra le non molte composizioni su griglia triangolare, spicca questa pavimentazione greca, dove l’esagono nero forma, innestandosi sui sei triangoli equilateri confinanti, un semplice ma efficace motivo stellare. ____________________ Sopra: Mosaico…

Lascia un Commento

In ricordo di Khaled-al-Asaad / Palestrina

L’opus scutulatum è, nella civiltà romana, l’antenato delle moderne palladiane per esterni. Nei casi come questo, un frammento di pavimentazione del Santuario della Fortuna Primigenia di Palestrina, custodito nel locale museo archeologico, le piccole tessere marmoree non hanno forma regolare né sono adagiate nell’amalgama di cocciopesto secondo una trama leggibile,…

Lascia un Commento

In ricordo di Khaled al-Asaad / Isole Marshall

Questo oggetto costituito di fibre vegetali e conchiglie è una mappa per la navigazione nell’oceano Pacifico, fabbricata e utilizzata in questa forma già in tempi antichissimi, ed attestata tra i navigatori micronesiani fino all’inizio del ‘900. I tratti incrociati rappresentano movimenti ondosi e correnti; le conchiglie rappresentano le isole. Sopra:…

Lascia un Commento

In ricordo di Khaled-al-Asaad / Creta

Il repertorio di motivi geometrici riconoscibile in questa terracotta dipinta è tipico dell’arte cretese del II millennio a.C. In particolare le due spirali dentate, costituite da un’unica linea curva che si svolge dall’esterno verso l’interno e viceversa, rispondono alla tipologia detta “di Fermat”, dal nome di colui che, 3000 anni…

Lascia un Commento

In ricordo di Khaled al-Asaad (1932-2015)

Non è facile imbattersi in figure esemplari, eroiche nel senso profondo del termine, ed è comunque raro che si venga a sapere di loro e del loro operato. Una di queste figure è senza dubbio l’illustre archeologo siriano Khaled al-Asaad, direttore dal 1963 al 2003 dei servizi archeologici dell’antica città…

Lascia un Commento