Skip to content

Categoria: Lazzarato, Marco

Ornato e decoro / Marco Lazzarato

Se folle è stata la premessa, delirante è il successivo sviluppo del ragionamento di Loos, impermeabile a qualunque evidenza. Il suo fanatismo comincia a trapelare in certi toni messianici, da predicatore mormone. Il fatto che noi non possediamo nessun banco da falegname carolingio ma abbiamo eretto sontuosi palazzi per conservare…

Lascia un Commento

L’albergo diurno, ovvero l’arte quotidiana / Marco Lazzarato

Palazzo Angeli, a Rovigo, è un imponente edificio seicentesco sito nell’omonima via. Negli anni Venti del ‘900, nelle sue cantine venne ricavato un albergo diurno, cioè un bagno pubblico con docce e vasche, “ufficio” molto in voga in un periodo in cui non tutti avevano l’acqua corrente o il bagno…

Lascia un Commento

Una questione antropologica / Marco Lazzarato

Ornamento e delitto è uno dei testi più citati dai cultori del moderno, ma pochi sono coloro che l’hanno effettivamente letto. In questo sta la sua fortuna, nel senso che già il titolo si prestava ad essere usato come clava, nelle “ordalie” ideologiche del ‘900. Cosicché la lettura del testo…

Lascia un Commento

Cattelan e la fine della fine dell’arte / Marco Lazzarato

Maurizio Cattelan (Padova 1960) è forse il più celebre artista contemporaneo. Esordendo a fine anni ’80 sulle orme di Marcel Duchamp, si fa notare con un’opera-performance in cui, su un telo steso in terra a mo’ di vu’ cumprà, esibisce tanti piccoli orinatoi, copie dell’opera del maestro. Il senso della…

Lascia un Commento