Skip to content

Fare Decorazione Posts

Libri / Flavio Favelli, Bologna la Rossa

Nato a Firenze nel 1967 ma stabilitosi giovanissimo a Bologna, con questo libro d’artista Flavio Favelli tributa un omaggio non convenzionale alla sua città. Nella somma delle parti che lo compongono (uno scritto autobiografico, le riproduzioni di alcuni documenti di famiglia, ventidue foto di repertorio, una cinquantina di disegni originali), Bologna…

Lascia un Commento

I servizi di catering aereo e i loro apparati decorativi: le origini / Nicholas Vecchiato

La prima guerra mondiale si è da poco conclusa e la vita civile riprende il suo corso ovunque in Europa. Negli acquartieramenti militari, dove prima vi erano azione e rumore, ci si interroga su quale sia il giusto impiego post-bellico, per quel nuovo e curioso mezzo che ora riposa impettito:…

Lascia un Commento

Quando affrescavano? / Ettore Camesasca

Ettore Camesasca (1922-1995) è, tra gli storici dell’arte italiani del secolo XX, una delle figure più erudite e versatili. Curatore di grandi mostre, fu collaboratore di Pietro Maria Bardi nell’allestimento del Museu de Arte di São Paulo, in Brasile, e lavorò ad importanti iniziative nel campo dell’editoria, quali la gloriosa…

Lascia un Commento

Uomini con gli orecchini / Enrico Maria Davoli

Pur occupando una posizione marginale, apparentemente fuori dal tempo, gli ornamenti corporei giocano un ruolo importante nella storia della decorazione. A partire da queste produzioni, essenziali nelle culture dell’antichità, gli studiosi hanno preso coscienza di quanto le origini dell’arte figurativa debbano all’ornamentazione corporea e ai suoi pattern compositivi. La maggiore…

Lascia un Commento

Alphonse Mucha: la Belle Époque, fra ritrattistica e arti decorative / Valentina Andreucci

Chi non conosce Alphonse Mucha? Anche chi non ha particolare confidenza con le arti figurative, avrà potuto, una volta almeno, vedere riprodotta una sua opera grafica, magari ignorando che quella cifra stilistica così peculiare appartenesse proprio a lui. Ma è appunto il modo indiscriminato in cui le opere di Mucha…

Lascia un Commento