Skip to content

Tag: decoro

Il decoro, convenienza d’ornamenti / Gabriele Zinani

Il poeta e letterato Gabriele Zinani (1557-1635?) nasce a Reggio Emilia e, come prima di lui il suo concittadino Ludovico Ariosto, vive alla corte di Ferrara, svolgendo per conto degli Estensi missioni negli stati della penisola e al di là delle Alpi. La sua esperienza politico-diplomatica si concretizza in vari…

Lascia un Commento

Immobilismo e immobiliarismo

È oggi molto vivo il dibattito intorno agli usi aggiuntivi, diversi dalla normale accessibilità, del patrimonio storico-artistico. Musei e palazzi storici dati in affitto per eventi mondani; suolo pubblico chiuso al viavai quotidiano per svolgervi iniziative ad ingresso limitato; allontanamento di prestigiose istituzioni dalle sedi originarie per fare posto a…

Lascia un Commento

L’educazione musicale / Platone

Non è facile accostarsi oggi alla filosofia di Platone (Atene, 428/427 a.C. – 348/347 a.C.). Da un lato, i problemi che essa pone urtano contro l’odierno culto della soggettività e dell’individualismo; dall’altro, la concezione politico-sociale che ne discende evoca una forma di Stato aristocratica ed oligarchica, per noi difficilmente assimilabile.…

Lascia un Commento

L’architettura delle giostre / Marco Lazzarato

Per costruire un grattacielo non vi sono alternative all’acciaio, di cui il vetro sarà il logico complemento. Analogamente, per realizzare un muro di contenimento non esistono alternative al cemento armato. E ancora, per costruire un’elegante villetta è difficile trovare un sostituto del mattone. Dal punto di vista strutturale non vi…

Lascia un Commento

Libri / Tamar Pitch, Contro il decoro

Il libro di Tamar Pitch, Contro il decoro. L’uso politico della pubblica decenza, Roma-Bari, Laterza, 2013, non tratta d’arte ma di sociologia del diritto, eppure il titolo accende la nostra curiosità. L’autrice, ordinaria alla Facoltà di Diritto dell’Università di Perugia, vi analizza una serie di provvedimenti presi in Italia negli…

Lascia un Commento

Qualità

Di questi tempi, le commesse d’arte pubblica certo non abbondano. A maggior ragione, sorprende la frequenza con cui i pochi fortunati autori lamentano i compromessi, le modifiche, i mutamenti in corso d’opera loro imposti dai committenti. I committenti, a loro volta, spesso non nascondono l’insoddisfazione per la difficoltà di trovare…

Lascia un Commento