Skip to content

Categoria: Testimonianze e scoperte

La decorazione e il suo linguaggio / Paolo Portoghesi

Paolo Portoghesi (Roma 1931) è tra i maggiori architetti italiani in attività. Molte le sue realizzazioni in Italia e all’estero: dalle chiese (Sacra Famiglia, Salerno, 1969-74; Santa Maria della Pace, Terni, 1983-93) alle moschee (Roma, 1975-89; Strasburgo, 2000-2012), passando per gli edifici residenziali e la risistemazione di spazi pubblici (Piazza…

Lascia un Commento

Come si costruisce la voluta ionica / Andrea Palladio, Jacopo Vignola

Con questo titolo redazionale pubblichiamo due brani, rispettivamente di Andrea Palladio (1508-1580) e Jacopo Vignola (1507-1573), concernenti la costruzione della voluta ionica. Nel brano 1, Palladio dà le istruzioni per costruire la classica forma a spirale dei suoi capitelli ionici. Nel brano 2, Vignola propone altre due soluzioni, leggermente diverse…

Lascia un Commento

Discorsi sull’arte sacra / Rodolfo Papa

Il libro di Rodolfo Papa Discorsi sull’arte sacra, Siena, Cantagalli, 2012, è una tra le novità più interessanti nel campo della letteratura artistica recente. Pittore e storico dell’arte, specialista di Caravaggio, con questo libro Papa interviene in un dibattito – quello sull’arte sacra e sulle sue implicazioni specificamente ecclesiastiche –…

Lascia un Commento

Degli abusi / Andrea Palladio

Il passo che qui pubblichiamo corrisponde al capitolo XX, libro I, de I quattro libri dell’architettura (1570) di Andrea Palladio, nell’edizione pubblicata nel 1992 da Edizioni Studio Tesi, Pordenone. Esso riguarda appunto gli “abusi”, ossia gli eccessi, le improprietà che nell’opinione di Palladio (e, aggiungiamo, in qualunque visione tendente ad…

Lascia un Commento

L’ornamento / Roberto Peregalli

I brani che qui pubblichiamo derivano dal nono capitolo (“L’ornamento”) del libro di Roberto Peregalli I luoghi e la polvere. Sulla bellezza dell’imperfezione, Milano, Bompiani, 2010, pagg. 113-118. Architetto e scenografo sui generis, tra i pochissimi in Italia a mantenere libertà di coscienza rispetto ai tabù modernisti e postmodernisti, Peregalli…

Lascia un Commento

Perché esporre le opere d’arte? / Ananda Kentish Coomaraswamy

Il passo che qui pubblichiamo è l’incipit dell’omonimo saggio scritto nel 1941 e pubblicato in Italia in A.K. Coomaraswamy, La filosofia dell’arte cristiana e orientale, a cura di G. Marchianò, Milano, Abscondita, 2005. A settant’anni di distanza, le tesi dello studioso anglosingalese (1877-1947) risultano estremamente attuali, al punto da sembrare…

Lascia un Commento

L’arte come banalizzazione e come falsificazione di se stessa / Vasilij Kandinskij

Con questo titolo redazionale pubblichiamo un breve passo da Lo spirituale nell’arte di Vasilij Kandinskij. Ci pare utile rileggerlo oggi, per la puntualità con cui un grande artista indica le due derive cui l’arte è sempre esposta. Lasciando intendere che la prima, quella dell’appiattimento sulla realtà, porta ad una limitazione…

Lascia un Commento

Per un museo di pittura, Arte a credito / Jean Clair

I due brani che seguono sono tratti dal saggio di Jean Clair Critica della modernità, Torino, Allemandi, 1984, nella traduzione di Francesca Isidori (edizione originale francese: Paris, Gallimard, 1983). Nell’edizione Allemandi i due passi si trovano alle pagg. 21 e 107-109. I titoli con cui li presentiamo sono invece il…

Lascia un Commento

Ornamento e delitto / Adolf Loos

Pubblichiamo qui il contributo teorico più celebre dell’architetto austriaco Adolf Loos (1870-1933). Si tratta del saggio Ornamento e delitto (Ornament und Verbrechen), diffuso a Vienna e in altre città europee, sotto forma di conferenza, a partire dal 1908, e pubblicato per la prima volta a Parigi, in lingua francese, nel 1913.…

Lascia un Commento