Skip to content

Fare Decorazione Posts

Arte celtica / Marco Lazzarato

Nel suo libro più importante, Maometto e Carlomagno, lo storico belga Henri Pirenne (1862-1935) sostiene la tesi della continuità culturale, commerciale e sociale del mondo tardoromano, anche dopo la caduta dell’impero d’occidente e la conseguente fine dell’unità politica [1]. Su tale base poggiò la cristianizzazione dei territori posti oltre il…

Lascia un Commento

Il fascino discreto dell’intreccio / Enrico Maria Davoli

Come sottolinea Marco Lazzarato in questo numero di FD, la grande arte della decorazione ad intreccio è oggi qualcosa di simile ad un antico strumento musicale, che nessuno sa più suonare. Venute meno le competenze necessarie a progettare quelle strutture, si è eclissata anche la capacità di goderne intellettualmente. Ironia…

Lascia un Commento

Professionismo e clientela nella decorazione a Genova / Beatrice Giannoni

Come s’è visto nei precedenti articoli dedicati a temi, tecniche e problemi della decorazione murale genovese, nell’ormai lontano 1982 il convegno Genua Picta aveva focalizzato l’attenzione sul recupero dei grandi apparati decorativi appartenenti ai più antichi e prestigiosi palazzi nobiliari della città. Prerequisiti di ogni azione concreta risultavano essere, all’epoca,…

Lascia un Commento

Mostre / Art Déco. Gli anni ruggenti in Italia 1919-1930, Forlì / Valentina Andreucci

Si è inaugurata a Forlì l’11 febbraio scorso, presso i Musei di San Domenico, la mostra Art Déco. Gli anni ruggenti in Italia 1919-1930, che sarà visitabile fino al 18 giugno 2017. Difficile non cogliere la ragione per cui proprio a Forlì, e proprio nell’anno in corso, si tenga un’esposizione…

Lascia un Commento

Genealogie

Questo numero di FD si interroga, come il precedente, sul decoro novecentesco e, in particolare, su come esso abbia recepito il secondo dei due grandi modelli astratti in pittura: quello di tipo lirico, facente capo a Vasilij Kandinskij. Ne scaturiscono vari motivi di riflessione, su cui sarà il lettore a…

Lascia un Commento

Linea e pesce / Vasilij Kandinskij

Vasilij Kandinskij (Mosca 1866 – Neuilly-sur-Seine 1944) è considerato il padre della pittura astratta, alla cui formulazione giunse intorno al 1908-10, dopo un lungo periodo di incubazione simbolista-espressionista. Durante tutta la sua vita l’artista produsse, a sostegno della propria visione pittorica, una notevole mole di testi rispondenti a tipologie assai…

1 Commento

Oltre Mondrian / Marco Lazzarato

A dispetto delle sue furenti teorizzazioni ornatofobiche, il secolo scorso ha sviluppato nella pratica una autentica decorazione moderna. L’immagine dei quadrati di Piet Mondrian è presente nella nostra memoria sotto forma di copertine di riviste, bombolette di lacca per capelli e tappi di marmellata. A loro volta, gli stilemi dell’astrazione…

Lascia un Commento

Essere Kandinskij / Enrico Maria Davoli

L’astrattismo lirico inaugurato da Vasilij Kandinskij (1866-1944) e propagatosi fino all’informale, all’espressionismo astratto, ai linguaggi materici e segnici più recenti, è, nel secolo XX, un punto di riferimento complementare ed opposto rispetto a quello geometrico riconducibile a Piet Mondrian (1872-1944). Insieme, i due modelli costituiscono una coppia dialettica che attraversa…

Lascia un Commento

In ricordo di Khaled-al-Asaad (1932-2015)

L’opus scutulatum è, nella civiltà romana, l’antenato delle moderne palladiane per esterni. Nei casi come questo, un frammento di pavimentazione del Santuario della Fortuna Primigenia di Palestrina, custodito nel locale museo archeologico, le piccole tessere marmoree non hanno forma regolare né sono adagiate nell’amalgama di cocciopesto secondo una trama leggibile,…

Lascia un Commento