Skip to content

Fare Decorazione Posts

Da zero, davvero

Questo è il numero zero di una serie di quaderni in cui alcuni docenti e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna intendono fare periodicamente confluire idee, opinioni, segnalazioni, ricerche. Fare Decorazione, appunto. A sua volta, Areadecorazione indica il raggio di competenze in cui si vuole operare, e può quindi…

Lascia un Commento

Ornamento e delitto / Adolf Loos

Pubblichiamo qui il contributo teorico più celebre dell’architetto austriaco Adolf Loos (1870-1933). Si tratta del saggio Ornamento e delitto (Ornament und Verbrechen), diffuso a Vienna e in altre città europee, sotto forma di conferenza, a partire dal 1908, e pubblicato per la prima volta a Parigi, in lingua francese, nel 1913.…

Lascia un Commento

Una questione antropologica / Marco Lazzarato

Ornamento e delitto è uno dei testi più citati dai cultori del moderno, ma pochi sono coloro che l’hanno effettivamente letto. In questo sta la sua fortuna, nel senso che già il titolo si prestava ad essere usato come clava, nelle “ordalie” ideologiche del ‘900. Cosicché la lettura del testo…

Lascia un Commento

Buoni, cattivi, sempre selvaggi / Enrico Maria Davoli

Conoscete il mito del “buon selvaggio”? Occorre frugare nei ricordi delle medie superiori, tornare al secolo XVIII, ai nomi di scrittori e filosofi come Jean-Jacques Rousseau, Bernardin de Saint-Pierre, François-René de Chateaubriand. E agli scopritori dei lembi più lontani del pianeta terra nell’emisfero australe, come Louis de Bougainville e James…

Lascia un Commento

Italo Rota a Reggio Emilia / Enrico Maria Davoli

Italo Rota (Milano 1953) è una delle firme più note dell’architettura italiana d’oggi. Suo (con Fabio Fornasari) è il progetto del Museo del Novecento di Milano, inaugurato a fine 2010 negli spazi completamente sventrati di uno dei due palazzi gemelli dell’Arengario, il complesso costruito fra il 1939 e il 1956…

Lascia un Commento

Cattelan e la fine della fine dell’arte / Marco Lazzarato

Maurizio Cattelan (Padova 1960) è forse il più celebre artista contemporaneo. Esordendo a fine anni ’80 sulle orme di Marcel Duchamp, si fa notare con un’opera-performance in cui, su un telo steso in terra a mo’ di vu’ cumprà, esibisce tanti piccoli orinatoi, copie dell’opera del maestro. Il senso della…

Lascia un Commento